Perché sottoporsi ad un intervento di Mastoplastica Additiva?

La Mastoplastica Additiva è uno dei trattamenti richiesti da molte donne di qualsiasi età. Avere un seno degno di nota per poter indossare abiti scollati, non avere problemi sulle misure di maglie o maglioncini che risultano aderenti su tutto il torso ma presenta un vuoto all’altezza del petto. Secondo dei sondaggi, sono sempre di più le donne che non sono in pace con il proprio fisico. Diciamo che l’avvento dei social ha amplificato questo disagio a causa degli esempi estetici che ci propone continuamente. Di fatti, sempre più giovani ragazze si ispirano alle proprie influencer preferite che diciamo, non sono proprio l’emblema di una bellezza estetica attribuibile alla naturalezza. Vediamo allora in cosa consiste questo trattamento sempre più richiesto dalle pazienti e perché farlo.

Cosa spinge le giovani donne a sopportare una Mastoplastica?

La Mastoplastica Additiva Verona, così come a Milano oppure a Torino, ha sempre lo stesso obiettivo. Favorire il benessere psicofisico delle pazienti che non hanno una stima altissima di sé. Le cause non sono quelle citate precedentemente, perché possono esserci problematiche di fondo molto più serie.

Una quantità di richieste non indifferente proviene anche dalle donne a cui è stato asportato il seno a causa di tumori maligni. I Chirurghi plastici, comunque, consigliano questo intervento anche a donne che: 

  • hanno il seno piccolo;
  • hanno subito un sostanziale rilassamento a causa di dimagrimenti aggressivi, gravidanza, allattamento oppure semplicemente invecchiamento;
  • hanno una differenza tra seno sinistro e seno destro;
  • non sono soddisfatte da interventi di mastoplastica precedenti.

Come avviene l’intervento?

C’è una precisazione da fare prima di parlare dell’intervento. Esso può essere svolto durante un day-hospital e non è sempre indicata una lunga degenza se non in particolari evenienze.

Il trattamento chirurgico si protrae per circa 90 minuti a seconda del posizionamento della protesi se in sede sopramuscolare o sottomuscolare. Queste condizioni sono necessarie anche per stabilire se sono necessari eventuali drenaggi.

Si esegue un taglio nella zona sottomammaria e si valuta la tecnica più indicata per posizionare la protesi. Il posizionamento può essere:

  • sotto ghiandolare quando vi è lo spessore necessario fra la ghiandola mammaria e la cute della mammella. Le protesi utilizzate per questo tipo di intervento sono quelle che hanno una geometria rotonda;
  •  sotto muscolare: la protesi viene posta al di sotto del muscolo pettorale. Questa tecnica è più indicata per chi ha uno spessore tra ghiandola e la cute del seno. Il vantaggio di questo trattamento è il risultato naturale riscontrabile sia nella vista che al tatto ;
  • parziale sottomuscolare: viene posizionata parzialmente dietro il muscolo pettorale. Questo trattamento è il risultato delle due tecniche precedente e gli effetti sono strabilianti: il polo inferiore del seno risulta molto sodo e arrotondato mantenendo la forma a goccia che hanno le mammelle.

Come avviene il decorso?

Al termine dell’intervento, viene subito posizionata una fascia elastica che consenta alle protesi di tenere nella posizione corretta. Se durante l’intervento sono stati necessari dei drenaggi, è possibile eliminarli dopo 24 ore.

Durante tutto il decorso è consigliabile utilizzare un reggiseno di tipo “sport”.

A cosa fare attenzione?

La prima cosa da fare è quella di affidarsi a veri specialisti del settore per non incappare in degli spiacevoli effetti collaterali che possono danneggiare in modo permanente il proprio organismo. Non è raro che si incappi in una raccolta sierosa ed ematica, ritrovandosi una mammella molto gonfia ed un dolore atroce. Nella migliore delle ipotesi bisogna intervenire con un’operazione correttiva mentre è anche probabile che si possa incorrere in danni come la necrosi della mammella.

Di finti specialisti che utilizzano prodotti low cost illegali ce ne sono tanti ed i rischi in cui incorrete sono ancor di più. Informatevi bene prima di scegliere il Chirurgo Plastico che vi deve seguire e ricordatevi che in un modo o nell’altro , la Mastoplastica additiva è un intervento che vi cambia la vita. Affinché questo cambiamento sia positivo, non affidatevi a trattamenti dal prezzo basso e parlatene molto bene con il professionista a cui vi siete rivolti.